Per tutti gli amanti delle escursioni in Emilia Romagna, si consiglia il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, un’area di circa 36.000 a pieno contatto con la natura e con paesaggi dalla vista davvero spettacolare. Luoghi bellissimi, da “ascoltare” con la mente e con il cuore, qui governa la pace, e gli unici rumori che si sentono sono quelli degli animali selvatici come gazze e cinghiali, e lo scrosciare dei ruscelli, mentre  in autunno, si ode il rumore delle foglie che cadono. Qui al parco avete la possibilità di fare rilassanti escursioni sia a piedi che in bicicletta, oltre alla possibilità di alloggiare in prestigiosi  hotel immersi nel verde paesaggio. Luogo ideale per gli amanti della buona cucina tradizionale, che vogliono vivere un’intera giornata immersi in sapori sani e genuini. Potete raggiungere punti strategici e vedere gli Appennini, un’emozione davvero unica, dove il senso della libertà è in grado di dare benessere al corpo ed alla mente. In autunno potete restare incantati dai colori e dall’atmosfera del luogo, i faggi imponenti si tingono di giallo, quasi oro, e arancio e creano un’enorme distesa colorata che sembra toccare il cielo. Nel Parco Nazionale delle Foreste Caentinesi, si possono fare diverse escursioni: partire  dall’eremo di Camaldoli sul sentiero 00 del CAI che  porta al passo della Calla, verso la  foresta della Lama, qui si ammira un paesaggio pittoresco caratterizzato da sequoie  e ruscelli molto suggestivi.  Si possono scegliere i percorsi guidati, soprattutto se siete una famiglia con bambini, per poter fare incontri ravvicinati con i cerbiatti, che fanno la felicità dei più piccoli e non solo! Da visitare, oltre  l’eremo di camaldoli,  il santuario della verna.  Immergersi in questi percorsi, si comprende il vero senso della natura e anche della riservatezza e ci si avvicina allo spirito dei Benedettini, che sono presenti in questo territorio da oltre 1000 anni. Qui è data a tutti la possibilità di riflettere, di poter comunicare con sè stessi, oltre che con la natura, ci si rigenera con il paesaggio, e non sono solo gli incontri con la flora e la fauna a farci sentire bene, ma il modo in cui la natura del Parco ci accoglie è davvero unica!